Rena Detrixhe, Red Dirt Rug, terra rossa dell'Oklahoma impressa con suole di scarpa modificate, 2016
Rena Detrixhe, Red Dirt Rug, terra rossa dell'Oklahoma impressa con suole di scarpa modificate, 2016

Rena Detrixhe, artista americana, ha sempre sentito di avere un forte legame con la natura e soprattutto con la terra. Da bambina era affascinata dalla sensazione del morbido terriccio fra le sue mani. Infatti Detrixhe racconta:
When I was a little girl I would sift dirt through an old screen door just for the pleasure of feeling the fine soft earth between my fingers and under my feet.”

Oggi che è cresciuta, il suo amore per la terra e per la sua matericità persiste, ma si è caricato di un forte valore simbolico.
Tale aspetto si nota nella sua ultima installazione, Red Dirt Rug.

Rena Detrixhe, Red Dirt Rug, terra rossa dell'Oklahoma impressa con suole di scarpa modificate, 2016
Rena Detrixhe, Red Dirt Rug, terra rossa dell’Oklahoma impressa con suole di scarpa modificate, 2016

Detrixhe preleva una quantità di terra rossa del suo stato, l’Oklahoma, e la setaccia in modo da eliminare le impurità e i detriti, lasciati dall’uomo.
Dopo questo primo lavoro di selezione, l’artista dispone la terra in modo da formare dei grandi rettangoli che poi decora con dei piccoli stampi. Le fantasie prodotte ricordano le impronte delle scarpe e infatti gli stampi utilizzati sono suole modificate. Il risultato finale è un tappeto di terra che rimanda a quelli della Manifattura francese di Aubusson.

Rena Detrixhe, Red Dirt Rug, terra rossa dell'Oklahoma impressa con suole di scarpa modificate, 2016
Rena Detrixhe, Red Dirt Rug, terra rossa dell’Oklahoma impressa con suole di scarpa modificate, 2016

Detrixhe, con questo lavoro, vuole indagare il complicato rapporto esistente fra natura e uomo, in particolare nel suo stato, dove la presenza umana ha profondamente alterato il paesaggio.
Anziché continuare a distruggere la terra, Detrixhe propone un altro tipo di rapporto: un rapporto di amore e di cura, che si esplica nel setacciate il terreno, nel dargli una forma, quella del tappeto, in grado di restituirw alla terra la dignità e il rispetto che l’uomo non prova più nei suoi confronti.

Rena Detrixhe, Red Dirt Rug, terra rossa dell'Oklahoma impressa con suole di scarpa modificate, 2016
Rena Detrixhe, Red Dirt Rug, terra rossa dell’Oklahoma impressa con suole di scarpa modificate, 2016

La terra non è solo la materia visibile e sensibile, ma è anche storia, fatta di gioie, amori, dolori, sconfitte. L’artista afferma:
“There is immense beauty and pride in this place and also profound sorrow.”

Rena Detrixhe, Red Dirt Rug, terra rossa dell'Oklahoma impressa con suole di scarpa modificate, 2016
Rena Detrixhe, Red Dirt Rug, terra rossa dell’Oklahoma impressa con suole di scarpa modificate, 2016

Questa storia, insieme alla terra che la rappresenta, deve essere rispettata e onorata. Proprio per questo Detrixhe decide di dare alla terra la forma di un tappeto, simbolo di lusso, potere, bellezza e autorità per la cultura occidentale.
Uno dei Red Dirt Rug dell’artista è adesso parte della mostra Shifting Landscapes alla Galleria Form&Concept di Santa Fe, nel Nuovo Messico.
Nel caso siate lì, andate a scoprire dal vivo questi splendidi tappeti naturali!

Rena Detrixhe, Red Dirt Rug, terra rossa dell'Oklahoma impressa con suole di scarpa modificate, 2016
Rena Detrixhe, Red Dirt Rug, terra rossa dell’Oklahoma impressa con suole di scarpa modificate, 2016

Crediti fotografici: https://www.renadetrixhe.com/